I miei articoli

I saggi di fine anno…

Partecipare al saggio di nuoto a fine anno comporta sempre un notevole dispendio energetico, centinaia di persone si accalcano ai bordi della piscina dove il piccolo campione di turno si esibisce davanti agli occhi orgogliosi di mamma, papà, nonni e 19 gradi di parentela a seguire… Ogni anno è impossibile trovare posto e comunque pur trovandolo si lascia sempre che si sieda la signora del ’24, gli altri si arrangiano una chiappa sul muretto e l’altra sul bracciolo della sedia occupata.
I bambini emozionati sono pronti, i genitori non li vedono… Io prima di trovare Davide ci ho messo almeno 40 minuti… Ammetto che non mi aspettavo la cuffia in pendant con il costume, ma il padre ha fatto un ottimo lavoro di alta moda in onore del saggio…
Dopo aver trovato lui ho passato almeno 10 minuti fotografando una bambina dalla cuffia rosa convinta fosse Olivia, la nostra amichetta, per scoprire alla fine che non era lei…
Il mio posto come ogni anno è sempre lo stesso, gambe incrociate seduta a terra… Ma a questo giro, sarà l’età che avanza, la sciatica non permette gambe incrociate, così assumo la posizione di Ariel sullo scoglio (lei è una sirena io sembro più una cozza) i primi 3 minuti penso sempre di essere stata geniale, di aver avuto l’idea del secolo, quando passano i primi 3 minuti mi rendo conto che, assunta questa posizione, non riuscirò mai più a rialzarmi se non con l’aiuto di una gru… Provo ad evitare di farmi prendere dal panico e faccio qualche esercizio di respirazione…
In tutto ciò sono appena tornata dal lavoro, sono 40 minuti che cerco con lo sguardo mio figlio e comincio a chiedermi se il padre non si sia dimenticato di portarlo, o se sia rimasto chiuso nello spogliatoio… Ma poi eccolo, è il suo turno, piccolo ma fisico impostato, si butta in acqua e bracciata dopo bracciata mi ricorda qualcuno…
E una frase nota mi torna alla mente:

Nove mesi nella tua pancia, nausee, caviglie gonfie, notti insonni, nasce: “Oh che bello, è tutto il papà!!!”
Cit.

Stefania Italiano

Stefania Italiano

Questo blog è rivolto a tutte le mamme e a tutte le donne e a tutti gli uomini e a tutti i bambini e a chiunque abbia voglia di ridere e ironizzare sulla vita.