I miei articoli

Solo qualche mese fa …

Quando scegli di vivere lontano da casa, lontano dai tuoi affetti, sai che stai per intraprendere una strada impervia, ma se lo fai per amore, con gli occhi a forma di cuore e le farfalle nello stomaco, nulla ha un sapore più dolce… Poi le farfalle scappano e a te rimane solo un gran ma di stomaco detto anche reflusso gastrico!!!
Mamma e papà intanto si sono liberati di te, delle tue manie e assaporano ormai da anni aria di libertà…
Così i furbetti esperti della vita sanno che venirci a trovare comporta un dispendio energetico per il quale poi ci vuole una luuuuunga assenza per riprendersi!!! Ma io testarda romanticona ogni volta che organizzano il viaggio per venire a trovarci mi immagino succulenti pranzetti da me preparati, ore nelle quali poltrire al sole in riva al mare accompagnati dal melodico e costante sciabordare delle onde… in realtà la vacanza a casa nostra si svolge sempre in modo molto differente… e loro lo sanno… Sempre!!!
È già sull’aereo che avviene la trasformazione, da giovani spensierati pensionati, girovaghi buontemponi, si trasformano in impavidi Indiana Jones, cappello e frusta per entrambi, concentrati e pronti a tutto giungono alla nostra dimora dove la giungla nulla può in confronto, gli animali selvaggi si nascondono in ogni dove, un’intera famiglia di mangiapolvere sotto il divano trema ogni volta che percepisce la presenza di mamma e papà sul pianerottolo… Questa volta la missione e’ raggiungere il cuore di Shiva e anche questa volta la missione è stata compiuta, i calzini che credevo ormai spersi inghiottiti dalla lavatrice erano in realtà sotto ai cassettoni del lettone!!!
Orde di nani selvaggi hanno attentato alla serenita’ nella giornata “nonni e nipoti” di sabato, mentre io e Mister “duro lavoro”, lavoravamo; bambini dai 7 agli 11 anni si sfidavano al torneo di Santa Maria La Palma, Daniele calciatore, e Loro là, saldi, al loro posto, scrutatori, attenti a non perdersi Davide… che immancabilmente si è perso! E poi la pioggia, il vento, la grandine, ogni genere di perturbazione meteo si è abbattuta sul campo, rientrata la sera ho recuperato due figli e un nonno sani e salvi con una nonna congelata fino al midollo, ma è rimasta là, impavida, coraggiosa, nascosta sotto gli spalti cercando di non perdersi i nipoti e continuando poi ad occuparsi di loro al riparo negli spogliatoi, ghiacciata, il naso che sembrava potesse cadere da un momento all’altro e le dita delle mani intirizzite, non vorra’ mai più sentir parlare di tornei finché i suoi nipoti non avranno raggiunto la maggiore età!!!
Il nonno degno equivalente di MacGyver nella realtà, ha fatto fronte a tutti gli inconvenienti che si andavano come sempre ammucchiando nei giorni, l’ho visto a mani nude inventarsi ganci per ridar vita ad una tapparella, cassetti recuperare l’originale vigore perdendo quella bombatura che caratterizza questi ultimi quando vengono sovraccaricati di peso.. Ma facendo fronte a tutto ciò abbiamo comunque escursionato, mangiato e giocato!!!
Certo, i miei figli non avranno il ricordo di una classica nonna da grembiule e torta da sfornare, tipo nonna papera, o nonno da pantofole e divano, ma grinta, chiappe sode (e io di nonna ho preso solo la simpatia), ballerini in ogni dove, km nella macchia mediterranea, partite a bigliardino con nonno campione indiscusso e tanta, tanta voglia di vivere!!! Ma come faremo senza di voi??? Tornate presto!!! Ci mancate già!!!

Stefania Italiano

Stefania Italiano

Questo blog è rivolto a tutte le mamme e a tutte le donne e a tutti gli uomini e a tutti i bambini e a chiunque abbia voglia di ridere e ironizzare sulla vita.