I miei articoli

Trilogia: Il compleanno di Katia. Parte 1

È domenica, Compleanno di Katia, per martedì è prevista la sua festa a sorpresa… Tiziana, amica pragmatica, alta, magra, risoluta, propone di fare le vaghe… Io non riesco a trattenermi 5 minuti figuriamoci due giorni!!! Quotiamo una via di mezzo…

Prepari una cena veloce, che doveva invece essere composta da lasagne, carne arrostita e torta, ma visto i 30 gradi ogni volta che ti avvicini al forno assume le sembianze della caldaia nel seminterrato di “mamma ho perso l’aereo”, così demordi e la inviti in spiaggia.

Da quando sei madre i tuoi spostamenti avvengono esclusivamente con la prole, quindi vi trovate in spiaggia per festeggiare con tutta la greffa di teppisti…
Tu hai messo Il tagliere e le due focacce ripiene in un sacchettino di carta, dove hai voluto anche stipare a tutti i costi il rotolo di Scottex, il telefono e il portafoglio, a metà Pineta si sfonda il sacchetto…

Non sei arrivata ancora in spiaggia e hai già la sabbia appiccicata al sudore, un angolo del tagliere è conficcato sotto il tuo mento e tra la costola e il gomito schiacci il tronchetto della felicità al cioccolato, i tuoi figli, che diligentemente si dividono con te il carico, strisciano per tutta la pineta l’asciugamano, intanto altrettanto diligentemente si calciano addosso la sabbia al grido di: “ne resterà uno solo!!!”

Mentre le fai un po’ di foto al calar del sole, tra pose sexy e pose che ricordano più uno sforzo ambiguo, loro stanziano felici sullo sfondo…

La spiaggia piano piano si svuota e altre madri dal volto provato dalla giornata passata al mare si dirigono alla macchina, sanno che ancora le aspettano bagni di sabbia che si riversa sul tappetino strabordante dalle ciabatte e docce faraoniche.

Voi intanto caparbi festeggiate l’evento con tanto di candelina sul tronchetto confezionato e mentre lotti contro orde di formiche intenzionate ad assalire il raffinato dolce, urli come una gallina strozzata ai bambini di presenziare all’evento, intanto loro si tirano secchiate di sabbia bagnata addosso a ritmo di “morirò da re” dei Maneskin.

S’ingozzano di torta e tornano a rotolarsi nella sabbia ignorando il segnale della ritirata…

Il sole tramonta sul mare e un’altra appagante giornata volge al termine.

Stefania Italiano

Stefania Italiano

Questo blog è rivolto a tutte le mamme e a tutte le donne e a tutti gli uomini e a tutti i bambini e a chiunque abbia voglia di ridere e ironizzare sulla vita.