I miei articoli

Le bollette on-line e la nostalgia.

No che poi tu ti alzi con i migliori propositi, non è colpa tua se poi il mondo lo sente che tu c’hai da pagare la bolletta dell’Enel e si ribella!

Un po’ come nella foresta di Biancane che gli animali impazziti si rivoltano.

Con la differenza che qua, è la tecnologia che ti si rivolta contro, non perché non voglia che tu paghi, anzi, ma proprio perché per partito preso gli stai sul cazzo… Eh diciamocelo.

Erano un paio di mesi che riuscivi nell’operazione quindi ti appropinqui con un filo di sicurezza, che non ti è solita.

L’applicazione ti chiede la password…

Perfida e maligna… Perché???

Hai registrato tutte le password!
– Registrare password?
Si, si, si!!! Grazie!!!

Hai dato l’ok per registrare qualunque cosa: vuoi un folletto? Una scopa elettrica? Il Polident per la dentiera di tua nonna? Si, qualunque cosa basta che mi salvi la password!

Perché ce le hai tutte diverse, una per applicazione e non per maggior sicurezza, semplicemente perché non ricordi le altre, come puoi riproporre sempre la stessa se non te la ricordi???

Che se ti rubano il telefono, si rompe, annega, se viene schiacciato da un tir e diventa polvere di stelle, tu non accederai mai più a nessuna applicazione on-line, perché solo il telefono sa…

Ma a quanto pare questa volta non sa, non l’ha fatto, non l’ha salvata! !!

Provi a caso quattro o cinque password che pensi di aver usato nella vita,  ma niente, metti la maiuscola togli la maiuscola, con la O a numero, con la chiocciola, con il cilindro, con la I al posto della K, datemi una C, datemi una A, datemi due Z, datemi una O… CAZZO!!! Niente, non te la ricordi…

Allora poco sotto dice:

Non ricordi la password?

Giusto, bravo, non la ricordo!!!

Bene allora clicca qui… E ti chiede la domanda segreta, la domanda segreta che avevi scelto quando scegliesti il recupero Password.

La domanda segreta??? Avevo scelto una domanda segreta??? Avevo scelto un recupero password???

1. Il nome di tuo nonno
2. La prima razza di cane che hai avuto
3. Il tuo quinto fidanzato

Il mio quinto fidanzato…sara’ stato Dino il pisellino o Dante il gigante?

No, nome di tuo nonno.

Lo digiti, sbagliato, ci riprovi, sbagliato, oh era tuo nonno! Saprai il nome di tuo nonno! E niente.

Intanto sudi, i tuoi figli si picchiano, il cane mangia il caricabatterie del telefono e tu digiti incessantemente il nome di tuo nonno ma non funziona!!!

Allora provi quello di tua nonna, di tua mamma, di tutta la tua famiglia, passi ai Santi, cominciano gli sproloqui e ti fermi.

L’Enel non vuole che paghi.
È un chiaro segno del destino…
Ma ti stacca la luce.
Si vede che è un pò confusa.

Vorresti un cartaceo, un bollettino, improvvisamente ti mancano le poste, la fila, il numeretto, la signora con il pacco gigante che per passare infila il suo spigolo tra le tue costole, la puzza di chiuso e da quando c’è il Covid, la puzza di aperto, perché ti tocca stare in piedi, in mezzo a via Enrico Mattei, nel traffico.

Ad un tratto ti senti nostalgica.

Nostalgia di quando le bollette finivano direttamente nel rid bancario del tuo ex marito.

Stefania Italiano

Questo blog è rivolto a tutte le mamme e a tutte le donne e a tutti gli uomini e a tutti i bambini e a chiunque abbia voglia di ridere e ironizzare sulla vita.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments