I miei articoli

Orgasmo culinario

E niente, tu non lo potevi sapere, inutile che ti dicano che tu sei iperattiva, era ovvio…

Era ovvio che cosa? Poi tu non sei iperattiva, tu sei solo leggermente fuori tara e questo non vuol dire che sei tarata! Hai il minimo alto, ma ti sei accoppiata con Mister: “io col cazzo che disperso energie preziose” quindi perché mai avrebbero dovuto prendere da te? Tutti e due poi???

I tuoi figli si muovono anche nel sonno, parlano… Come te… La notte c’è sempre qualcuno che parla e qualcuno che ascolta, ieri notte era la volta tua e loro che se la ridevano.

Poi ti svegli di soprassalto, che non sai neanche esattamente dove ti trovi, con le gambe rivolte verso la testiera e questi due nani che ridono e vorrebbero dessi spiegazioni su quello che stavi dicendo e tu,  che ricordi di aver parlato dei vestiti di papà, ovvero del tuo ex marito, pensavi di essersene liberata e invece te lo sogni! Un incubo!

Loro si muovono sempre, se stanno sul divano si picchiano, appena svegli si picchiano, devono parlare insieme, nello stesso momento e se non parlano si muovono, muovono la gamba, il braccio, la testa, fanno dei rumori, dei versi, cantano, se cantano e becchi l’accordo canti pure tu e allora, solo allora, siete allineati, per poco tempo, ma ci siete, poi ripartono a picchiarsi.

A te parte l’embolo ma la nuova pedagogia insegna l’immobilità.

Tu gli cacceresti due dita negli occhi, riserveresti un calcio nel culo e rimanderesti al mittente, ma a quanto pare il mittente sei sempre tu.

Quindi cerchi di respirare e non pensarci, il risultato è che ti balla l’occhio, ti viene un tick al lato della bocca, perdi sensibilità di mezza faccia e poi ti dissoci, quando ti dissoci è il top. Momenti di estasi, ma la psicanalista dice che non è sano e allora ritorni ad ascoltarli mentre uno accusa l’altro di aver barato al fantacalcio e l’altro che invece asserisce di aver sbagliato a contare! 500 punti di scarto per un discalculico sono bazzecole e cosa saranno mai??? E tu lo sai bene.

Poi andate a mangiare fuori, sono momenti importanti, di grande unione familiare, siete estimatori culinari, di alta classe…

E il Kebab, medio, con salsa allo yogurt non delude le vostre aspettative.

A metà Kebab:

“Mamma mi scappa la cacca… “.

” Mamma, no io non c’è la faccio, muoio, devo andare a casa”

“Mamma, lo mangiamo il gelato? “

“Mamma la cacca!”

E interrompono il tuo orgasmo culinario.

Stefania Italiano

Questo blog è rivolto a tutte le mamme e a tutte le donne e a tutti gli uomini e a tutti i bambini e a chiunque abbia voglia di ridere e ironizzare sulla vita.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments