I miei articoli

Quella misteriosa forza di volontà che non ti assale la mattina per alzarti presto ed andare a camminare…

È fantastico quando la sera vai a letto determinata avendo programmato e comunicato a tutti i membri della famiglia che il giorno seguente all’alba andrai a camminare.

A camminare perché ormai hai l’ernia, la cervicale infiammata, vai in apnea al secondo gradino di casa e potresti stramazzare al suolo solo a sentir pronunciare la frase: “Andiamo a correre”.

Quindi soddisfatta già ti immagini a fare i 42 km della maratona di New York (camminando e non correndo ma questo è solo un particolare).

Alle 8.30 del mattino stai ancora dormendo con la bavetta che cola sul cuscino, il piede di Daniele ben assestata tra spalla e clavicola e il tallone di Davide conficcato nell’ombelico.

Ti sei dimenticata di puntare la sveglia.

Alle 9.00 apri gli occhi di soprassalto mentre Davide cerca di svegliarti infilandosi le dita nel naso.

Bene, non è un problema, determinazione prima di tutto.

Sei pronta per uscire di casa ma:

“Mamma me la dai l’anguria”
“Mamma ho fatto la cacca!”
“Mamma guarda che faccio la bicicletta (complicata manovra calcistica volta a far saltare il pallone)”

Riesci finalmente a svignartela e ti rifugi dalla tua amica Rafaella la quale, visto che si avvicinano le ore più calde della giornata, ti propina una crema solare bio…
Cerone bianco…
Sembri Hit senza il naso rosso!
Rafaella fa un salto indietro spaventata.

Ti congedi pronta per partire ma sono le 11.30, in passeggiata è pieno di turisti pronti per andare al mare, sei costretta a fare lo slalom tra coccodrilli gonfiabili, retini e asciugamani!
Ma tu sei motivata e cammini, cammini, cammini, hai ereditato la pelle da tua nonna e già quando apri il frigorifero diventi rossa come un peperone, figuriamoci ora, Alghero, sole rovente e 30 gradi! La gente ti guarda preoccupata.

Continui cercando di mantenere un portamento dignitoso, sei paonazza, gobba, con la lingua penzoloni ed è in quel momento che una ragazza bionda, leggiadra, con la coscia che ti arriva all’attaccatura dei capelli, ti supera con un balzo e al terzo l’hai persa all’orizzonte…

Stanca, con dolori alla milza e al fegato (meno male da tutti e due i lati perché non sapresti collocare dove stia uno e dove stia l’altro) afflitta, e sconsolata, trascinando i piedi, te ne vai alla macchina.

Ma ecco che dal verso opposto la vedi arrivare, rossa, sudata, ansimante proprio come te, vi riconoscete, sorelle sotto lo stesso cielo, vi scambiate uno sguardo complice, un sorriso sincero e più motivata che mai finisci i tuoi 20 minuti di camminata, lo sai, in fondo hai solo sbagliato orario…
Domani alle 6 si riparte!!!

Stefania Italiano

Questo blog è rivolto a tutte le mamme e a tutte le donne e a tutti gli uomini e a tutti i bambini e a chiunque abbia voglia di ridere e ironizzare sulla vita.

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Vanna
Ospite
Vanna
3 anni fa

Grande Stefania
Continua così!!!!!!!